Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Storia di Villa Silvana

sezioneVilla

La villa diventa dimora della famiglia d'Esposito negli anni 70, appartenuta in precedenza alla famiglia Gargiulo. Nel 1975 Villa Silvana va incontro a un importante restauro che le consente di rinvigorire lo stile liberty che la contraddistingue da sempre. Il bianco delle facciate esterne e il verde della vegetazione sono i riferimenti cromatici principali riproposti di recente nel design del logo di Villa Silvana.

 

Grandissima cura è stata dedicata negli anni alla vegetazione e ai giardini.

È completamente immersa nel verde e non ha eguali nell'intera Penisola Sorrentina. Dalle terrazze si può ammirare la splendida vista sul porto di Sorrento.

Si sviluppa a picco sul mare con discesa sempre immersa nella fitta vegetazione, fino al porto dove si accede direttamente all'attracco riservato alla villa.

Gli interni presentano ambientazioni diverse che le consentono di accogliere eventi di vario genere.

L'accurato arredamento anni settanta del salone d'ingresso è finemente arredato con specchi, divani vellutati e mobilio in acciaio e cristallo, confinanti con la grande vetrata che separa il salone dall'ampia veranda con affaccio sul mare. Al piano inferiore c'è il salone in stile liberty, con arcate, colonne e prezioso mattonellato, popolato da eleganti divani bianchi e tavoli da tea.

Impreziosiscono la villa, la cucina museale, in stile rustico che accoglie la storica collezione di pentolame ramato. Numerosi sentieri nel verde e nei gradini con pergolati e belvedere.